“Un romanzo denso, articolato, sofferto”

[Giulia Ciarapica suggerisce la lettura dell’Antagonista nel suo sito].

“[…]Vi suggerisco la lettura del primo romanzo di Edoardo Zambelli, L’antagonista, un romanzo “sul desiderio di essere uccisi”.

Un protagonista senza nome, una ragazza – Erika – muore. La connessione fra i due personaggi è semplice: Erika è stata la prima fidanzatina de “l’innominato” ai tempi dell’università; una ragazza dalla vita tutt’altro che semplice, un’esistenza che il protagonista cercherà di ricostruire pezzo per pezzo, immergendosi in un viaggio nel passato che porterà a scoperchiare verità  intollerabili.

Un romanzo denso, articolato, sofferto ma scritto con penna equilibrata e decisa. La tensione è alta, la trama piuttosto semplice, ma le zone in cui va a sprofondare la parola dell’autore diventano solchi in cui l’immagine reale, nitida, si confonde con l’elemento fantastico, narrativamente potente ma anche inquietante.

Zambelli immerge le mani nella materia dei ricordi – già ostica di suo – portando il lettore (anche) ad uno spietato vis-à-vis con l’implacabile senso della solitudine[…]”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: